20/05/2017 - Sport e Divertimento

Pedalata per la vita 2017

Domenica 21 maggio al via da Pergine Valsugana la famosa corsa ciclistica non competitiva.

check_circle 0
mode_comment 0
remove_red_eye 1053

È ormai alle porte la 19ª edizione de "La pedalata per la vita", percorso cicloturistico non competitivo organizzato da AIL Trentino Onlus, ovvero l'Associazione Italiana contro le Leucemie - Linfomi Mieloma. Infatti, il ricavato della manifestazione sarà devoluto alla ricerca per la cura delle malattie onco-ematologiche. La quota simbolica di iscrizione, per gli adulti 10€ mentre per i minori di 12 anni 8€, comprende una maglietta e il pasta party a fine manifestazione.
Tre (8, 12 e 25km) saranno i percorsi tra cui i ciclisti potranno scegliere a seconda della loro condizione fisica. La partenza sarà per tutti alle 9.30 presso la caserma dei Vigili del fuoco di Pergine Valsugana (in viale dell'Industria), percorsi che poi si divideranno a seconda del tracciato scelto. L'itinerario più lungo (25km, riservato ai più "esperti") vedrà il gruppo pedalare sul classico giro dei laghi, che da Pergine attraverso la "strada vecchia" porta a Levico, Caldonazzo, Calceranica, San Cristoforo per ritornare nuovamente alla caserma dei Vigili del fuoco. Proprio nel piazzale della caserma vi saranno numerose manifestazioni di contorno, che spaziano dagli intrattenimenti musicali ai balli di gruppo, mentre per i piccoli vi saranno varie attività di animazione. A conclusione dell'evento vi sarà l'estrazione della classica lotteria AIL sempre volta alla raccolta fondi.
Ad accompagnare gli sportivi sul tracciato vi sarà anche Daniel Oss, forte ciclista professionista perginese in forza alla Bmc.
Alla manifestazione ci si potrà iscrivere anche prima della partenza; la stessa avrà luogo con qualsiasi condizione climatica.
Ovviamente essendo il percorso parzialmente aperto al traffico, l'organizzazione raccomanda ai partecipanti di mantenere rigorosamente la destra e l'osservazione del Codice della strada.

Altri post sotto Sport e Divertimento

Qualificazione outdoor del parco di Gocciadoro attraverso la mountain bike

da Elisabetta Bozzarelli,

Primavera=BICI!!!

da Sara di Lucia, Rovereto

question_answer Commenti (0)