19/02/2018 - Sport e Divertimento

Le nevi della Piave

Scialpinismo Comelico-Sappada - Sede SAT Rovereto - Corso Rosmini 53

check_circle 0
mode_comment 0
remove_red_eye 613

La vasta area del Comelico –Sappada è stata fino ad oggi poco considerata dagli scialpinisti. Poche le descrizioni di itinerari e, anche per questo, pochi i frequentatori; eppure essa si trova a due passi dal Cadore, a 1 ora da Belluno ed è ben accessibile dalla pianura veneta e friulana.
La successione continua di larghi pendii interrotti da profondi e lunghi canaloni la fanno assomigliare alle zone più famose che circondano Cortina, ma con delle caratteristiche più selvagge, forse più autentiche, in ogni caso sicuramente meno affollate.
Qui ognuno può trovare la sua dimensione sportiva e il suo itinerario, dal più semplice e sicuro fino a quello estremo. Grazie agli orientamenti più disparati ma relativamente molto vicini, si ha inoltre la possibilità di poter scegliere anche all’ultimo momento, fra la “powder” invernale o il “firn” primaverile; queste vallate rispondono così alle esigenze di un’ampia platea di fruitori e nel contempo diventano adatte per vacanze di più giorni.
Questa sera presso la Sezione SAT di Rovereto, alle 20.30, Paolo Grosso, Istruttore di Scialpinismo, presenterà la sua guida, che raccoglie 150 itinerari, ma essi diventano quasi 200 se si considerano le varianti, le alternative e i percorsi rimasti “in sospeso”; ogni itinerario è corredato da fotografie a colori anche di ampio formato, alcune delle quali mozzafiato.
La presenza per quasi ogni itinerario di note storiche, toponomastiche, etimologiche o solo di curiosità impreziosiscono la guida e le danno un taglio nuovo, di valore anche culturale.

Altri post sotto Sport e Divertimento

Qualificazione outdoor del parco di Gocciadoro attraverso la mountain bike

da Elisabetta Bozzarelli,

Primavera=BICI!!!

da Sara di Lucia, Rovereto

question_answer Commenti (0)